LA RIVISTA

L'ultimo numero:


Gli altri numeri


Newsletter
Inserisci i tuoi dati per ricevere
le ultime notizie:
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
Registrati
 

Notizie


[14/06/2017] Statistica: Bilancio demografico 2016 – diminuiscono i residenti aumentano i nuovi italiani

Non rinunciare alla FORMAZIONE per il 2017!

Come??  SEMPLICE...  con DeA è GRATIS!

5x1000



Al 31 dicembre 2016 risiedevano in Italia 60.589.445 persone. Nel 2015 i residenti erano 60.665.551.

Gli stranieri confermano, senza variazioni significative rispetto al 2015, una presenza di poco superiore ai 5 milioni pari all'8,3% dei residenti a livello nazionale (10,6% al Centro-nord, 4,0% nel Mezzogiorno).

Già nel corso del 2015 il numero dei residenti aveva registrato una diminuzione consistente: il saldo complessivo era stato negativo con una diminuzione di 130.061 unità (rispetto al 2014) a cui si aggiunge, nel 2016, una ulteriore diminuzione di altre 76.106 persone. La popolazione straniera aumenta di 20.875 unità. Tuttavia, all'interno della popolazione straniera, la componente femminile diminuisce per la prima volta dagli anni Novanta.

Anche nel 2016 il movimento naturale della popolazione ha registrato un saldo (nati meno morti) negativo per quasi 142.000 unità. Il saldo naturale è positivo invece per i cittadini stranieri (quasi 63.000 unità), mentre per i residenti italiani il deficit è molto ampio e pari a 204.675 unità.

Continua il calo delle nascite in atto ormai fin dal 2008. Per il secondo anno consecutivo i nati sono meno di mezzo milione (473.438 con una diminuzione di 12.000 nascite sul 2015), di cui più di 69.000 stranieri (14,7% del totale), anch'essi in diminuzione.

I decessi sono stati oltre 615.000, circa 32 mila in meno rispetto al 2015, anno record della mortalità, ma in linea con il trend di crescita degli anni precedenti, dovuto all'invecchiamento della popolazione.

Il movimento migratorio con l'estero fa registrare un saldo positivo di circa 144 mila unità, in lieve aumento rispetto all'anno precedente. Aumentano leggermente le iscrizioni dall'estero: poco più di 300 mila di cui il 90% riferite a stranieri. Allo stesso modo le cancellazioni per l'estero superano le 114 mila unità per gli italiani, di nascita e naturalizzati, (+12 mila rispetto al 2015) mentre sono quasi 43 mila per gli stranieri.

Continuano a crescere le acquisizioni di cittadinanza: nel 2016 i nuovi italiani sono più di 200.000.

In Italia vi sono circa 200 nazionalità: nella metà dei casi si tratta di cittadini europei (oltre 2,6 milioni). La cittadinanza maggiormente rappresentata è quella romena (23,2%) seguita da quella albanese (8,9%).

Viene confermata la maggiore attrattività delle regioni del Nord e del Centro verso le quali si indirizzano i flussi migratori provenienti sia dall'estero sia dall'interno.

Scarica il report pubblicato dall'ISTAT



SEMPLICE_80X20.gif

La rivista semplice per aiutarti nel lavoro quotidiano

Abbonati subito!! Cosa aspetti??

Scarica la scheda di adesione - clicca qui